SEPTEMBER 2017: SARA CATTARUZZA

LO STUDENTE DEL MESE DI SETTEMBRE 2017 nel centro Wall Street di Udine è SARA CATTARUZZA

COMMENTO STUDENTE

Mi sono imbattuta alla WSE quasi per caso.
Da anni cercavo di riprendere in mano l’Inglese senza esito. La WSE è stata la svolta.
Da studente svogliata e demotivata, in pochi mesi, ho ripreso a studiare l’inglese con entusiasmo, forte motivazione e risultati concreti. Ora mi sento sicura e disinvolta nella comunicazione verbale: competenza essenziale per poter viaggiare all’estero da sola.
La flessibilità d’orari offerta mi permette d’essere costante nello studio, nonostante io abbia un lavoro con turni molto particolari. Il mio percorso di studio è personalizzato, le lezioni a mia misura. Questo è possibile per la presenza di uno staff speciale, molto accorto e competente.
Gli insegnanti (John, Nick e James) presentano la rara qualità dei veri maestri: rendere facili e divertenti le strutture linguistiche più complesse. Sono dei coach: vanno oltre la lezione frontale. Ogni incontro è un’esperienza interattiva, uno scambio di idee e progettualità. Dopo ogni lezione mi sento arricchita come persona.
L’inglese (per me ora) non è solo una materia di studio ma uno strumento per stare nel mondo; una competenza trasversale.
Nel mio percorso di studio ho avuto la fortuna di incontrare altri studenti che sono diventati veri amici, con i quali interagisco spesso in inglese anche al di fuori della scuola. Con spontaneità ci scriviamo in lingua anche i messaggi su whatsapp.
Questa scuola ha la qualità di mettere a proprio agio tutti noi, adulti in formazione. A volte da “grandi” è difficile riprendere a parlare in una lingua straniera, si ha paura e vergogna, ma alla WSE è possibile perfino ridere dei propri errori e continuare a provare, e i risultati ci sono.

COMMENTO SERVICE MANAGER

È sempre un piacere aiutare Sara nel suo percorso di apprendimento. Nonostante gli innumerevoli impegni lavorativi, Sara è riuscita a conciliare e bilanciare studio e lavoro, spinta da una forte motivazione. Sin da subito, ha saputo apprezzare la validità del metodo Wall Street e il progresso nella comunicazione orale di Sara è ben evidente! Ha arricchito il suo vocabolario con tantissime nuove espressioni e frasi idiomatiche. Non ci rimane che dirti: “Keep up the good work”! Continua così!

JUNE 2017: PAOLO DE NOBILI

LO STUDENTE DEL MESE DI GIUGNO 2017 nel centro Wall Street di Udine è PAOLO DE NOBILI

COMMENTO STUDENTE

GIULIA: “Hi, Paolo”

ME: “Hi, Giulia”

GIULIA: “Paolo, can I talk to you for a moment?”

ME: “Yep!”

GIULIA: “I need to tell you something. Since you have always been a meticulous student, we would like to choose you as “student of the month””.

ME: “What? Are you sure? Oh my God!!!”

Inside me I was very happy and I had no words, but the first thing that comes up to my mind was a sentence of a person I know: “Sooner or later every sacrifice will be repaid. Always.” Yes, I do agree, she is right.

Ciao a tutti, mi chiamo Paolo De Nobili, e da un po’ di tempo ho intrapreso un percorso di studi presso la WSE di Udine. Tutto è iniziato per gioco, già un gioco che si chiama “sfida”. Sin dai tempi delle scuole medie e superiori, nei confronti dell’inglese, ho sempre avuto una sorta di “spina nel fianco”, una “preoccupazione”. Poi, ultimati gli studi, per quasi 25 anni ho trascurato quel poco che avevo appreso. Più volte mi sono trovato “face to face” con la lingua inglese, e mi riferisco alle volte che mi è capitato di andare in vacanza all’estero, oppure di imbattermi nella comprensione di un articolo in lingua inglese, come pure trovarmi nel bel mezzo di una città e dover chiedere ad un passante come poter raggiungere un determinato posto. Di volta in volta mi rendevo conto che prendeva sempre più piede in me una sorta di linguaggio della “mimica” alternato da lunghi silenzi e sguardi attoniti rivolti al passeggero il quale intuiva che, in quel momento, non capivo proprio nulla. Già, in quei momenti la mia mente era attorniata da una sensazione di “vuoto pneumatico”. Così ora eccomi qua anch’io alla WSE nel mezzo di questa “sfida” contro me stesso e devo dire, in piena onestà, che la vincerò, soprattutto grazie al costante aiuto e supporto nonché infinita pazienza (non finirò mai di dirlo) di Giulia e Giuseppe assieme ad Ivana ed Elisabetta. Grazie alla loro professionalità mi aiutano a crescere per raggiungere il mio obiettivo. Un grazie particolare lo dedico allo staff docente, John e Nick madrelingua inglesi e James canadese, veramente molto professionali e sempre pronti ad aiutarti ed incoraggiarti. Infine del metodo, che dire: “it works!!! And if you don’t believe me, try!!!

 

COMMENTO SERVICE MANAGER

Paolo è uno degli studenti più curiosi e metodici in assoluto. È amante delle frasi idiomatiche, delle differenze tra pronuncia britannica e americana e per noi è un vero piacere poterlo guidare in Speaking Centre! Le sue domande non sono mai scontate, ma sempre frutto di un’attenta riflessione. And Paolo is definitely one of the top three students who love to use the second and the third conditionals! 🙂

MARCH 2017: NICOLA ZINGARETTI

LO STUDENTE DEL MESE DI MARZO 2017 nel centro Wall Street di Udine è NICOLA ZINGARETTI

COMMENTO STUDENTE

Ciao,

mi chiamo Nicola Zingaretti, ho 31 anni e sono un medico. Da 4 anni sono ad Udine e lavoro come specializzando in Chirurgia Plastica ed Estetica all’Ospedale di Udine. Il mio lavoro rappresenta la cosa più importante della mia vita (ovviamente dopo la mia famiglia!) e la conoscenza della lingua inglese è indispensabile per poterlo fare al meglio.

Quando frequentavo il liceo ho avuto una pessima esperienza con gli insegnati di lingua inglese. Per questa ragione non ho mai studiato inglese con passione ed ho sempre dedicato poco tempo allo studio di questa materia. Pertanto un anno fa ho deciso di migliorare il mio inglese e mi sono iscritto alla WSE. Inizialmente la scelta della scuola è stata fatta per la sua comodità logistica (poiché abito vicino la Scuola). Ma in poco tempo ho capito che oltre alla vicinanza c’era ben altro!

Mentre in passato studiare inglese è sempre stato noioso, ora è diventato persino divertente con attività di vario tipo che cercano di stimolarmi.

Sebbene io spenda gran parte della mia giornata a lavoro, la WSE mi consente di fare esercizi online anche da casa consentendomi di organizzarmi come meglio ritengo. Vorrei per questo ringraziare gli insegnati e i/le loro assistenti  (in particolar modo John e Giulia) perché grazie alla loro pazienza e competenza hanno sempre cercato di mostrarti la via più semplice e divertente per imparare l’inglese e cercano sempre di trovare la soluzione a me più comoda per poter partecipare alle varie attività della scuola.

 

COMMENTO SERVICE MANAGER

Nonostante gli innumerevoli impegni lavorativi, Nicola frequenta Wall Street con l’atteggiamento ideale per raggiungere il massimo dei risultati: fin da subito si è contraddistinto per il suo entusiasmo e interesse nei confronti della lingua inglese e prosegue tuttora il suo percorso con impegno, forte motivazione e, naturalmente, seguendo il nostro metodo con scrupolo. Keep up the good work, Nicola! Siamo tutti davvero soddisfatti del tuo progresso!

FEBRUARY 2017: NICOLO’ FERRAMOSCA

LO STUDENTE DEL MESE DI FEBBRAIO 2017 nel centro Wall Street di Udine è NICOLO’ FERRAMOSCA

COMMENTO STUDENTE

Per me essere stato scelto come studente del mese del Wall Street English di Udine è stata una soddisfazione, oltre che una grande fonte di felicità.

L’esperienza didattica a Wall Street si è dimostrata (e si sta dimostrando) un’importante fonte di apprendimento basato sulla flessibilità e sul totale apprendimento dei concetti e le mie aspettative sono state molto più che soddisfatte.

Appena entrato il primo giorno, avevo paura che il mio Inglese fosse ad un livello troppo basso per poter competere ed affrontare un corso di lingua specializzato. Questo fu uno dei motivi che mi spinse ad iscrivermi.

Lo stile di insegnamento Wall Street è perfettamente studiato per esaudire i desideri degli studenti e rispettare i propri impegni. Dopo il mio primo giorno nello Speaking Center, ho iniziato a consigliarlo a tutti i miei coetanei e conoscenti. La cosa che mi ha aiutato di più nello sviluppo del mio inglese è stato l’aiuto dei tutors e degli insegnanti madrelingua, che si sono resi molto disponibili sotto il punto di vista professionale, sociale e relazionale. Le conversazioni, attività ed eventi organizzati mi hanno aiutato a sviluppare la lingua e ad imparare nuove parole, modi di dire che per me si sono dimostrati utilissimi per integrarmi nelle varie località anglosassoni che ho avuto modo di visitare. Un’altra cosa che mi ha colpito è stata la capacità di imparare sia la grammatica in modo eccezionale sia le applicazioni in un contesto quotidiano tramite le tecnologie del Web. Grazie a Wall Street sono riuscito a sciogliere il mio Inglese e intraprendere conversazioni fluenti.

Per me l’Inglese è sempre stato un traguardo e un punto di riferimento per poter farcela in futuro. Questo lo sto imparando soprattutto per le varie attività che sto svolgendo extra-scolastiche: mi sono già reso conto che nel campo delle startup, se non possiedi un ottimo Inglese non potrai mai fare una presentazione in Silicon Valley, aprire un ufficio in USA, puntare a clienti internazionali o lavorare per le migliori aziende come manager.  Ed è per questo che mi sto applicando molto nel mio apprendimento presso Wall Street, sfruttando tutte le possibilità messe a disposizione come le conversazioni con i teacher.

Un grande ringraziamento devo assolutamente farlo ai miei genitori che mi hanno concesso questa possibilità, ai tutors e alla direttrice che mi hanno permesso di crescere sotto il punto di vista linguistico e inter-personale.

English is the key to success.

COMMENTO SERVICE MANAGER

Nicolò è un giovane molto determinato e concentrato sugli obiettivi che desidera raggiungere e questo si è percepito anche nell’approccio verso lo studio della lingua inglese. Infatti fin dall’inizio si è dedicato con impegno ed entusiasmo cogliendo tutte le possibilità per migliorarsi e sfruttare appieno tutte le occasioni che man mano gli si sono presentate. Siamo molto soddisfatti dei suoi progressi e gli auguriamo che il futuro gli porti ciò che desidera. Bravo Nicolò!

JANUARY 2017: ANDREA DI GIUSTO

LO STUDENTE DEL MESE DI GENNAIO 2017 nel centro Wall Street di Udine è ANDREA DI GIUSTO

COMMENTO STUDENTE

Ciao, sono Andrea e da un po’ di mesi mi ritrovo ad avere una seconda meravigliosa famiglia: la famiglia del Wall Street English di Udine che mi fa sempre sentire bene, a mio agio, capito e seguito passo dopo passo in un percorso per me non facile.

Desideroso di completarmi come persona in una lacuna per me sempre più faticosa da sopportare, giorno dopo giorno mi accorgo di aver fatto la scelta migliore per colmarla.

La dottoressa Luisa Antonelli ha saputo attorniarsi, in questo istituto, di uno staff di persone le cui ottime competenze tecnico-linguistiche si uniscono a importanti peculiarità empatiche. Senza contare poi le numerose belle conoscenze che via via si fanno con gli altri studenti che almeno hanno una cosa da condividere con me!

Grazie dunque a tutti voi: Elisabetta, Giulia, Giuseppe, Ivana, James, John e Nick (siete in ordine alfabetico, non litigate!! E se ho dimenticato qualcuno, spero mi scusi).

E grazie a lei, dottoressa Luisa, per aver creato questa bella e accogliente realtà udinese.

COMMENTO SERVICE MANAGER

Grazie Andrea per queste belle parole! Siamo felici di sapere che il nostro team sia così apprezzato dai nostri studenti, per professionalità ed empatia.

E’ inoltre una grandissima soddisfazione avere studenti che, come te, apprendono con piacere e con risultati brillanti attraverso il nostro metodo e con il nostro aiuto.

Complimenti e…keep up the good work!

DECEMBER 2016: FRANCESCA DIJUST

LO STUDENTE DEL MESE DI DICEMBRE 2016 nel centro Wall Street di Udine è FRANCESCA DIJUST

COMMENTO STUDENTE

Frequento questa scuola da aprile dello scorso anno dopo essermi resa conto di non essere in grado di intraprendere una semplice conversazione in inglese. La grammatica di base c’era ma mi mancava il “coraggio” di iniziare a parlare.

Lavorando in ospedale mi sono accorta sempre più di questa mia mancanza. Persone con cui l’unica lingua comune era l’inglese e io professionista non ero in grado di dare le informazioni più semplici.

Non era corretto, né per me né per loro.

E poi, mentre viaggiavo e nel volontariato ho capito che l’inglese era fondamentale. Incontrare persone provenienti da Paesi molto lontani con una cultura differente necessita una lingua comune per poter almeno iniziare un confronto.

Quello che questa scuola mi ha trasmesso è soprattutto il coraggio di cominciare a parlare. La relazione tra persone è fatta soprattutto di conversazione. Se non parli, difficilmente ti relazioni. Questo è il punto di partenza.

Wall Street mi ha dato la possibilità di programmarmi le lezioni in base agli impegni e la libertà di studiare con i miei tempi. Gli encounters e le conversations tra poche persone ti permettono di essere sempre coinvolto durante la lezione. Questo è stato fondamentale.

Dopo quasi un anno di Wall Street mi sento più preparata e non ho quasi più la paura di parlare in una lingua che non è la mia; anzi, è un continuo stimolo ad imparare nuovi vocaboli per cercare di formulare frasi sempre più ricche e complete.

Ringrazio tutti gli insegnanti che sono sempre stati disponibili nel farmi comprendere le lezioni senza darmi subito la soluzione al problema incontrato, ma aiutandomi a raggiungerla da sola.

Li ringrazio anche per avermi sempre stimolata a parlare in inglese anche se a volte la stanchezza del lavoro mi confondeva non poco le idee.

Infine li ringrazio per la loro bravura nel rispettare i tempi di apprendimento di ognuno di noi.

 

COMMENTO SERVICE MANAGER

Francesca ha intrapreso il suo percorso con impegno ed entusiasmo fin da subito. La sua forte motivazione le è servita da stimolo per superare le sue iniziali remore ad esprimersi in una lingua straniera. Brava Francesca, continua così!

NOVEMBER 2016: SERENA STOCCO

LO STUDENTE DEL MESE DI NOVEMBRE 2016 nel centro Wall Street di Udine è SERENA STOCCO

COMMENTO STUDENTE

Studente del mese di un tiepido novembre. E chi l’avrebbe mai detto.

Ho studiato inglese nella canonica sequenza: medie, superiori, università. Poi più nulla per quasi 15 anni, se non forse per scimmiottare qualche canzone.
Sempre più spesso però, al lavoro, in viaggio e nella vita quotidiana mi sono trovata nella necessità di dover interagire in questa lingua, come si dice (e per me lo era davvero) “straniera”.
Il mio inglese, ormai sepolto da anni di disuso, era del tutto inadeguato ad affrontare anche le più semplici situazioni.

Al lavoro: mail imbastite come bizzarri patchwork con google translate. In viaggio: dialoghi troncati da imbarazzati silenzi seguiti da sorrisi sconsolati che provavano a chiedere scusa. Per strada: turisti, bisognosi di informazioni, spediti chissà dove da gesti che mimavano un improvvisato (quanto improbabile) linguaggio dei segni.

Non si può, mi sono detta. E’ stata questa sensazione di profonda ignoranza a spingermi ad entrare in Wall Street. Cercavo un corso che mi garantisse la costanza nell’apprendimento (cosa che da sola non sarei mai riuscita a mantenere). Cercavo un corso che mi garantisse la massima flessibilità e che non mi imponesse giorni ed orari di frequenza (ma che mi permettesse, invece, di sceglierli compatibilmente agli altri miei impegni). Cercavo un metodo che mi consentisse di imparare in modo naturale e, quasi, inconsapevole. In Wall Street ho trovato tutte queste cose.

Il metodo risulta essere efficace e, sebbene all’inizio la mia grammatica fosse ancora fragile ed il mio vocabolario piuttosto limitato, ho potuto constatare i progressi fatti sin dai primi mesi di frequenza.

Non meno importante ho trovato questo aspetto: frequentare il corso in WSE è stata un’occasione per riscoprire, approfondire ed arricchire anche l’italiano, nella convinzione che è nella diversità che si trova la vera ricchezza.

In ultimo, perché qui in fondo li voglio ringraziare, parlo dello staff e degli insegnanti. Senza di loro il metodo probabilmente risulterebbe meno efficace: la loro professionalità, preparazione, cordialità,  allegria e la loro umana presenza, rende questa esperienza ricca e gratificante.

A loro, soprattutto, grazie.

 

COMMENTO SERVICE MANAGER

Serena ha affrontato l’esperienza in WSE con grande positività, costanza nell’apprendimento e  curiosità, ottenendo  notevoli risultati in tempi brevi e meritando così di essere scelta come studente del mese di novembre 2016. Siamo davvero orgogliosi del suo progresso e felici di poter continuare ad accompagnarla in questo percorso che sarà sicuramente ricco di successi.

OCTOBER 2016: CLAUDIO MARTINIS

LO STUDENTE DEL MESE DI OTTOBRE 2016 nel centro Wall Street di Udine è CLAUDIO MARTINIS

COMMENTO STUDENTE

Mi chiamo Claudio e faccio l’ingegnere chimico. A quasi 40 anni ho deciso di riprendere lo studio della lingua inglese perché al giorno d’oggi è indispensabile conoscere l’inglese a un buon livello. Saper parlare inglese mi permette di avere maggiori possibilità di migliorare la mia posizione lavorativa e mi permette di aprire delle porte, soprattutto all’estero, che altrimenti rimarrebbero sempre chiuse.  Inoltre, la padronanza dell’inglese mi permette di vivere al meglio le vacanze, potendo chiacchierare con le persone ed esprimere i miei bisogni senza gesticolare o farfugliare e senza limitarsi ai bisogni primari.

Da molto tempo meditavo di frequentare un corso di inglese, poi qualche collega di lavoro mi ha parlato della Scuola Wall Street English e mi sono deciso.

Cercavo un corso fatto su misura per le mie esigenze lavorative e personali, fatto da docenti madrelingua. Tutto questo e tanto altro l’ho trovato alla Wall Street English!!!

La scuola offre un percorso “tailor made”, orari flessibili e programmabili in base alle proprie esigenze, la frequenza e l’impegno lo decidi tu. Il metodo di insegnamento è semplicemente fantastico: attività didattiche individuali multimediali nello Speaking Center alternate a lezioni collettive e ad incontri individuali con gli insegnanti madrelingua.

Cosa dire degli insegnanti? Magari averli incontrati prima! Gli insegnanti sono completamente diversi fra di loro ma sono tutti preparati, professionali e capaci di stimolare continuamente la voglia e la curiosità di conoscere l’inglese. Riescono a rendere le lezioni piacevoli e divertenti, mettendoti sempre a proprio agio, senza aver l’imbarazzo di commettere errori.

Il personale della reception è gentile, simpatico e sempre disponibile, capace di creare un’atmosfera nello stesso tempo professionale e familiare.

Essere nominato studente del mese è stata una bella sorpresa e mi ha fatto molto piacere perché sin dall’inizio del corso il mio impegno è stato costante.

Sono felice dei miei progressi e sono molto soddisfatto della Scuola Wall Street English.

La consiglierei a tutti (anche a mia moglie!)

Arrivederci WSE!!!

 

COMMENTO SERVICE MANAGER

Claudio è lo studente del mese di ottobre perché nel suo percorso di studio si è contraddistinto per costanza, passione e curiosità. Grazie alla sua tenacia, Claudio ha superato le difficoltà iniziali nel comunicare in inglese e oggi, quando va all’estero, riesce a interagire con disinvoltura.

L’entusiasmo con cui partecipa alle attività con gli insegnanti e alle social club activities ha contagiato anche noi dello staff e siamo lieti di congratularci con lui per i suoi progressi.

Well done, Claudio!

 

 

SEPTEMBER 2016: NICOLA DE BORTOLI

LO STUDENTE DEL MESE DI SETTEMBRE 2016 nel centro Wall Street di Udine è NICOLA DE BORTOLI

COMMENTO STUDENTE

Mi chiamo Nicola De Bortoli, sono un ingegnere e lavoro per la società che gestisce il Servizio Idrico Integrato nella Provincia di Udine.

Ho la passione per l’inglese sin dal liceo quando passavo parte delle mie vacanze estive a Londra per studiare la lingua.

Purtroppo gli impegni all’Università e successivamente quelli di lavoro mi hanno costretto ad accantonarla ma lo scorso anno, prossimo ai 40 anni, ho deciso di riprendere a studiare e di dedicare parte del mio tempo a questa lingua meravigliosa.

Anche se la conoscenza dell’inglese non è fondamentale per svolgere al meglio il mio lavoro, ritengo che la padronanza di una lingua sia un plus da evidenziare nel proprio curriculum e che dia maggiori possibilità nell’ottica di un miglioramento della propria posizione lavorativa o nel caso si decida di cercare una nuova opportunità.

Inoltre, io e la mia famiglia amiamo viaggiare molto e, come ovvio, poter colloquiare con le persone e saper esprimere le proprie necessità consente di godersi più serenamente le vacanze!

Questi in breve i motivi che mi hanno convinto a riprendere lo studio della lingua inglese e…. perché ho scelto il Wall Street English?

Perché ne ho sentito parlare bene….e poi ho capito perché!

Qui al WSE ho trovato un team affiatato e disponibile che mi ha dato supporto e aiuto continuo.

A differenza delle altre scuole, in Wall Street il ritmo di studio lo decidi tu in base ai tuoi impegni e alle tue necessità sia lavorative che personali (e non è poco!).

Sono molto soddisfatto e sto imparando la lingua, obiettivo raggiunto!

Grazie a tutti!

COMMENTO SERVICE MANAGER

Nonostante i suoi impegni, Nicola ha sempre partecipato con molto entusiasmo alle varie attività prenotate perché per lui l’inglese è una vera passione. Le lezioni interattive nello Speaking Centre e le conversazioni lo hanno aiutato a perfezionare la pronuncia e soprattutto a esprimersi con grande disinvoltura e accuratezza.

Siamo certi che nei prossimi viaggi Nicola saprà comunicare in maniera spontanea ed efficace, come è solito fare al Wall Street di Udine.

Well done, Nicola!

AUGUST 2016 – VIRGINIA TONEATTO

LO STUDENTE DEL MESE DI AGOSTO 2016 nel centro Wall Street di Udine e’ VIRGINIA TONEATTO.

COMMENTO STUDENTE

La lingua inglese per me è prima di tutto una passione!

Quando ero studente di Enologia ho passato un anno in California come tirocinante dove, oltre a imparare il mestiere di enologo, dovevo anche capire cosa mi veniva detto in lingua inglese.

É diventata una sfida con me stessa. Volevo e dovevo impararlo perfettamente così, rientrata in Italia, mi sono fatta consigliare da uno studente che ora non c’è più purtroppo, una scuola dove l’insegnamento fosse eccellente e dove avrei potuto avere una preparazione adeguata alle mie future esigenze.

Così eccomi qui!

Per una serie di circostanze fortunate negli ultimi anni svolgo il ruolo di export manager. Questo mi porta a essere sempre in viaggio, a toccare diversi continenti in poco tempo ed ascoltare diversi accenti e cadenze della lingua inglese.

E anche quando sono in Italia, l’inglese è una mia compagna fedele.

Purtroppo il lavoro non mi permette di avere costanza nel seguire le lezioni, ma la flessibilità negli orari e la disponibilità dei ragazzi di Wall Street English mi permettono di portare a termine anche il secondo ciclo di studi e poter incorniciare il diploma Wall Street.

Quando entro nelle aule dell’istituto mi sento come in un mondo ovattato, dove le difficoltà della vita di ogni giorno vengono dimenticate, perché trovi sempre Giuseppe, Giulia o Elisabetta che ti salutano con un “Hello!” rassicurante e solare; dove John, James e Nick ti fanno sentire come uno di loro e a proprio agio, dove la lingua inglese non deve essere una barriera per chi, come me, si intimorisce alle prime difficoltà lessicali o grammaticali.

Il team Wall Street English è una famiglia, dove trovi sempre un sorriso e tanta pazienza nell’ insegnare in modo semplice ma efficace una lingua che a volte può essere very hard!

Uno dei miei desideri? Poter leggere un libro in lingua originale con la stessa facilità con la quale leggo un libro in italiano!

Last but not least un ringraziamento anche a Luisa e Ivana per il supporto!

E chi potrà mai dimenticare John Berry, Hugo Peters , Marco e tutti i protagonisti delle fiction dello speaking center!!!??…  “I speak Wall Street English”?

 

COMMENTO SERVICE MANAGER

Come studente del mese di agosto non potevamo che pensare a Virginia. Costante, precisa, curiosa e sempre tenace nel migliorare il suo inglese, Virginia ormai gira per gli Stati Uniti e comunica con molta disinvoltura sia per lavoro sia per divertimento.

Le sue iniziali difficoltà in grammatica sono ormai un lontano ricordo e siamo sicuri che anche negli States se ne siano accorti.

Thank you, Virginia, for your wonderful smiles and kindness!